La chirurgia piezoelettrica rappresenta una rivoluzione assoluta nel campo della chirurgia ossea. Si tratta di una metodica innovativa di osteotomia e osteoplastica, cioè di taglio e rimodellamento osseo. Questa tecnica sfrutta l’azione di micro vibrazioni ad ultrasuoni prodotte da un bisturi ad alta precisione.
Ma cerchiamo di approfondire meglio l’argomento e vediamo insieme vantaggi e applicazioni di questa tecnologia.

Chirurgia piezoelettrica: cos’è?

La chirurgia piezoelettrica permette di effettuare una serie di interventi odontoiatrici in maniera poco traumatica, precisa e sicura sulle ossa mascellari, nell’assoluto rispetto delle strutture vascolari e nervose situate in prossimità della zona d’intervento. Con questa tecnologia non è più necessario utilizzare il bisturi perché questo tipo di strumentazione utilizza gli ultrasuoni per “tagliare” l’osso. Il taglio piezoelettrico avviene grazie ad una microvibrazione ultrasonica che è in grado di tagliare I tessuti mineralizzati con grande efficacia. Il tutto avviene nel massimo rispetto dei tessuti molli ai quali non si reca danno neppure in caso di contatto accidentale.

 

Chirurgia piezoelettrica: i vantaggi

I vantaggi della piezosurgery rispetto alle tecniche di microchirurgia ossea tradizionali sono molteplici:

  • estrema precisione chirurgica (taglio micrometrico dell’osso)
  • maggiore sicurezza/ minore traumatismo: la chirurgia piezoelettrica agisce soltanto sui tessuti duri o mineralizzati (tessuti ossei), rispettando i tessuti molli anche in caso di contatto occasionale o involontario
  • migliore guarigione post-operatoria: i pazienti sottoposti presentano indubbiamente un migliore decorso post-operatorio e tempi più rapidi di guarigione. 
chirurgia piezoelettrica: caratteristiche

Chirurgia piezoelettrica: le applicazioni

La tecnica piezoelettrica ha molteplici applicazioni in campo odontoiatrico:

  • nelle estrazioni dentali: permette di intervenire agilmente in zone a scarsa visibilità (ad esempio nell’estrazione di denti del giudizio inferiori a stretto contatto con il nervo mandibolare) ed evita il sollevamento della gengiva. La rimozione del dente risulta così più veloce ed il decorso post-operatorio per il paziente migliora notevolmente. 
  • in parodontologia (cura della piorrea): la chirurgia piezoelettrica permette un rimodellamento anatomico osseo molto più preciso, una decontaminazione dei distretti ossei infetti ed un miglior decorso post-operatorio.
  • in implantologia: permette la preparazione del sito di alloggiamento dell’impianto con ottima precisione e in zone complesse (ad esempio in vicinanza del nervo mandibolare, del seno mascellare, del setto nasale).
  • in chirurgia rigenerativa-ricostruttiva: il prelievo di piccoli frammenti o di importanti blocchi ossei, con ridotto traumatismo e in siti vicini al distretto da ricostruire. La metodica piezoelettrica, consentendo il prelievo di frammenti ossei molto piccoli, può evitare il ricorso a sostitutivi dell’osso naturale a vantaggio della qualità di guarigione.

Devi sottoporti ad un intervento di chirurgia orale? Scegli la chirurgia piezoelettrica!
Per maggiori informazioni o per prenotare un appuntamento non esitare a contattarci.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi